venerdì 30 maggio 2014

Marmellata di Albicocche Crudista e Aromatica


Avrei voluto dare a questo post un titolo più originale...ad esempio RAWmellata, ma mi sarebbe sembrato di copiare altri siti...oppure apRAWcot jam (invece di apricot), ma probabilmente è un gioco di parole che funziona solo con stRAWberry (almeno tra i vari tipi di frutta). Quindi alla fine sono rimasta sulla semplice idea di partenza!

Questa preparazione è un retaggio dei famosi 21 giorni (mi dispiace, penso mi sentirete parlare di questi 21 giorni nei secoli dei secoli), dal momento che era inserita in uno dei menù consigliatici da Aida. Mi ha ispirato subito perchè, rispetto alla marmellata tradizionale, è semplicissima, senza lunghi tempi di cottura...anzi proprio senza cottura! Questo permette di avere cibo non lavorato e ricco di vitamine vive, in alcun modo alterate!

Scegliere buoni ingredienti è un consiglio che vale sempre, ma soprattutto in un caso come questo in cui sono pochi e usati a crudo. Nel mio primo tentativo ho usato delle albicocche secche che avevano una gran brutta cera, ho dato loro comunque una possibilità, ma ne è uscita una marmellata di sapore e odore pessimi e un colore imbarazzante! Da questo ho imparato a preferire la frutta imbustata in confezioni che mi permettano di controllarne lo stato (se la prendo al supermercato)!

Ho controllato che la frutta fosse essiccata con metodi naturali (dovrebbe esserci scritto sulla confezione), non contenesse conservanti e zuccheri aggiunti (la frutta ne è già ricca da sola).
Ho deciso poi di aggiungere qualche erba aromatica...soprattutto perchè sono ancora a casa dei miei genitori che in giardino ne hanno diversi tipi (mi pare di averne contate 9). Quindi ho strofinato le varie erbe e le ho annusate per trovare quelle da testare in questa marmellata: alla fine ho optato per timo e melissa, ma è una scelta personale (così come quella della tipologia di frutta).


Ingredienti per un piccolo vasetto:
100 gr di albicocche essiccate
100 ml d'acqua
2 foglie di melissa (abbastanza grandi)
4 rametti di timo (da 5 cm circa)

Lasciate le albicocche secche in ammollo nell'acqua (deve coprirle completamente). Personalmente le ho lasciate in ammollo 4 ore (il tempo necessario a concludere altre faccende domestiche)!

Frullate le albicocche insieme alla loro acqua d’ammollo (nella quale la frutta avrà rilasciato vitamine e minerali preziosi) ai rametti di timo e alle foglie di melissa. Assaggiate la marmellata durante la preparazione per regolarvi con le erbe aromatiche in base ai vostri gusti.

Quando avrete ottenuto la giusta consistenza, mettere il composto in un vasetto pulito: potete consumarlo subito o riporlo in frigorifero.


In questo caso ho utilizzato piccole dosi perchè si trattava di un esperimento e, inoltre, volevo essere sicura di consumarla in questi pochi giorni trascorsi a Verona. Non so esattamente quanto possa durare, ma sicuramente almeno un mese in frigorifero, dal momento che contiene naturalmente zuccheri.

Questa marmellata è davvero semplice, ma mi ha molto soddisfatta: sa di genuino ed è super versatile! Presto ne proverò delle altre (magari più esotiche) e potrei farci qualche bel regalino!


Ora mi preparo per tornare in quel di Milano! Ci sentiamo presto con un'altra ricetta dolce dolce...ultimamente sono in questa modalità e non oppongo resistenza!
Buona giornata!

10 commenti:

  1. Una vera bontà rivoluzionaria!!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e ormai sono lanciatissima: non vedo l'ora di farne altre e magari usarle per qualche dolcetto :-) grazie

      Elimina
  2. Ma sei mitica! E chi ti ferma più ora! <3
    (ehehe anch'io mi diverto parecchio a fare i giochini di parole infilando il RAW in mezzo ai nomi, da devo dire che con alcuni proprio non viene :D a quel punto meglio essere banali ma comprensibili ;) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucrezia <3
      Cmq non demordo: prima o poi riuscirò ad usare "raw" in qualche modo geniale :-D

      Elimina
  3. Okkkeiiii questa e' una genialata davvero... Un 'ideona ona!! Vorrei andare di corsa al supermercato a comprare le albicocche essiccate per provare a farla.. Subito!!!! Si è' capito che ho gradito?? ;-) baci Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono contenta ti sia piaciuta :-D è un'idea semplice, ma merita davvero...e poi si può fare con altri tipi di frutta secca o mischiarne insieme di diversi! Tutti esperimenti che voglio fare prossimamente: se riescono bene magari li posto :-) grazie mille Simo

      Elimina
  4. Che idea orignalissima, complimenti!

    RispondiElimina
  5. Mi ero persa questa ricettina furbissima!! Tra l'altro il fatto che non sia necessario cuocerla ne rende appetibile la preparazione anche adesso che andiamo nel caldo!! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero :-) semplice, ma utilissima! Grazie Giovanna :-*

      Elimina