giovedì 12 gennaio 2017

...about hygge #03: i preferiti di dicembre



Buon anno amici!
Come avete trascorso le vostre giornate natalizie? Le mie sono trascorse tranquille in famiglia inseme anche ad Aure: quest'anno davvero non mi mancava nulla!

Come ogni inizio anno ho scritto i miei buoni propositi con tanta voglia di portarli a termine: alcuni lavorativi, altri più personali, alcuni attinenti al blog, altri costanti da anni come gestire meglio il mio tempo, prendermi più cura di me e di chi mi sta vicino, migliorare con l'autoproduzione, dedicarmi a nuovi hobby...

Per oggi torno sul blog ancora con la lentezza di questi giorni di vacanza per continuare la mia rubrica sull'hygge per trovare la felicità e il calore nelle piccole cose di ogni giorno. Presto però torneranno le ricette...anzi, una maggiore costanza nella loro pubblicazione compare proprio nella mia lista di buoni propositi :)

Questo mese ci sono stati momenti hyggeling solitari e tanti, ovviamente, legati al Natale:

venerdì 23 dicembre 2016

Vegan Menu di Natale #christmasiscoming


Amici, mancano solo due giorni a Natale: ieri sono tornata a Verona per trascorrere questi giorni di festa in famiglia (quest'anno particolarmente allargata), ma non potevo lasciare Milano senza prima ammirare le luci natalizie più belle della città, quelle sui Navigli...la foto sopra non rende assolutamente, vi consiglio di guardare queste.

Ma parliamo di cibo! Oggi torno sul blog per un post veloce: sto ancora pensando al mio menù vegan per il 25 (l’ho rivoluzionato ieri all'improvviso) e, ripercorrendo delle ricette sul blog, ho pensato di lasciarvi qualche appunto che spero vi possa essere utile.
Per ogni portata ho selezionato 3 ricette dall’archivio di Vegeintable, oltre a quattro idee per dei veloci regali homemade e due special tracks :)

ANTIPASTI


Mini galette salate con radicchio, mele e burrodi noci (senza glutine)

venerdì 16 dicembre 2016

Torta Salata con Verza, Lenticchie e Patate Dolci #christmasiscoming


Gli scorsi ottobre e novembre ho mangiato davvero tantissima zucca (delica per lo più). Questo dicembre, invece, è stato il turno della verza: oltre ad essere buonissima, è ricca di vitamine e sali minerali, è molto versatile in cucina per diverse preparazioni e pure economica.

Pensando alle ricette di Natale, mi è venuto quindi spontaneo avvalermi di lei e la torta salata che vedete oggi ne è il risultato. Solo dopo mi sono ricordata che anche l'anno scorso questo tipo di cavolo era stato il protagonista sul blog del mio antipasto di Natale...evidentemente lo collego a queste feste più di quanto mi aspettassi!

Come consigliato in Sale&Pepe Veg di novembre 2016, l'ho abbinata con cipolla, lenticchie (che il 25 non possono mancare), spezie e - per la prima volta- patate dolci.
Ho racchiuso il tutto con un involucro integrale e croccante ispirato a questo, ma con farina di farro al posto di quella di riso e alla fecola. Se volete una torta salata senza glutine seguite la ricetta originale, facendo più attenzione con l'impasto o realizzando delle monoporzioni.

Per quanto riguarda le patate dolci (o batatas), sapete che ne esistono decine di varietà? Io lo ignoravo e questa è stata l'occasione per conoscerle un po' di più: mi aspettavo infatti che tutte avessero pelle rossa e polpa arancione. Mi sbagliavo! In questa ricetta infatti ho utilizzato delle patate a polpa chiara e pelle marrone come quelle più comuni: voi utilizzate pure le vostre preferite :)

martedì 6 dicembre 2016

...about hygge #02: i preferiti di novembre


Amici, inizio anche questo nuovo mese condividendo ciò che ho amato di più durante quello appena terminato: un mix tra ciò che per me è hygge (ovvero ciò che ha contribuito a regalarmi sensazioni di calore e intimità, momenti di accoglienza e conforto) e ciò che semplicemente mi è piaciuto e di cui sono grata, come ha giustamente scritto Alisia nei commenti ad ottobre.
A tal proposito vi ringrazio per le reazioni positive al post del mese scorso. Non me le aspettavo e mi hanno fatto davvero molto piacere :)

Il post di oggi è ricco, ma spero non troppo incasinato, e ruota molto attorno a due libri, scoperti a novembre:

* L'arte delle liste. Semplificare, organizzare e conoscere meglio sé stessi di Dominique Loreau. Dal sottotitolo si può già intuire la tesi del libro: stilare elenchi permette non solo di semplificarsi la vita, ma anche di riflettere, aumentare la nostra lucidità e consapevolezza, analizzare e comprendere se stessi, sfogarsi, annotare piccoli piaceri e non perdere i ricordi. E questa tipologia di post involontariamente ci si ritrova: non è altro che una lista sgangherata che serve a me, ma spero un pochino anche a voi.



* Come riconoscere un hipster di Jeremy Cassar, illustrazioni di Carla McRae. Non potevo non prenderlo, dopo essere stata più volte definita tale pure da perfetti sconosciuti ... e in effetti mi riconosco in molte pagine del libro: ad esempio nella passione per le camicie a quadri, le caffetterie, la musica indie, il biologico, le biciclette e in particolare con l'immagine dell'imprenditrice su Etsy (A Little Market nel mio caso) con frangetta e occhiali, in esplorazione di negozi e mercatini dell'usato e nutrita con cupcake vegani. 
Sfogliarlo con Aure ha provocato alcune delle più sane risate del mese!

martedì 29 novembre 2016

Biscotti Natalizi con Cioccolato Fondente e Arancia #christmasiscoming


La dipendenza da cioccolato, come vedete, non diminuisce!
Anzi, con Santa Lucia sempre più vicina e l'aria di Natale che inizia a diffondersi, la dolce mania è aumentata e le infornate notturne sono diventate una piacevole abitudine, sia a Milano che a Verona.

Muffin, fudge e biscotti rigorosamente al cioccolato (o al massimo al cacao) hanno confortato le nostre colazioni e profumato non solo il nostro monolocale, ma anche il pianerottolo del condominio.


Oggi condivido la ricetta definitiva per dei biscotti al cioccolato tanto semplici, quanto golosi. Derivando da una preparazione onnivora, hanno avuto bisogno di qualche test...ma poi sono stati approvati addirittura da Fily, il mio pazzo e adorabile nipotino di 8 anni. L'evento è alquanto straordinario: negli ultimi due anni gli unici biscotti a raggiungere questo ambita approvazione (altro che certificazioni igp, doc o docg) sono stati i puoti vegan di Santa Lucia nella versione integrale, che ho rifatto più volte durante l'anno anche col suo prezioso aiuto. Immaginate, quindi, la mia felicità nell'aver trovato ora un altro dolcetto altrettanto apprezzato!

martedì 22 novembre 2016

Cavolfiore al Forno con Garam Masala e Salsa di Yogurt, Arancia ed Erba Cipollina #christmasiscoming


Vi ho mai parlato di quanto adoro i foodblog del Nord-Europa?
Green Kitchen Stories, Deliciously Ella, Call Me Cupcake, Our Food Stories...rimango sempre affascinata dalle loro splendide foto e dalle loro ricette originali.

Mancando solo 33 giorni a Natale, ho iniziato a cercare ispirazione per il pranzo in famiglia e mi sono rivolta proprio ad alcuni di loro: ho trovato un primo spunto in quello che è probabilmente il mio blog preferito, My New Roots.
A catturare la mia attenzione è stato un contorno, portata che viene spesso sottovalutata, ma che può diventare invece uno dei pezzi forti del pasto. In questo caso si tratta di un Whole Roasted Cauliflower, il cavolfiore arrosto lasciato intero durante la cottura: ad attirarmi è stata la sua presenza scenografica, ma soprattutto la marinatura speziata.
Altra cosa che adoro infatti sono le spezie, soprattutto quelle indiane, quindi non potevo non innamorarmi di questa ricetta di Sara B. Lei usa un suo personale Tandoori Masala; nel mio caso ho usato un altro mix indiano, il Garam Masala, a cui ho aggiunto alcune singole spezie.

Se come me siete appassionati di spezie, vi consiglio la lettura del post di Sara B: è così interessante da far venir voglia di togliersi il pigiama, vestirsi e andare in cerca di un emporio di spezie! A proposito, se qualcuno ne conosce uno ben fornito a Milano (o Verona) non si faccia scrupoli a suggerirmelo nei commenti: ne sarò eternamente grata!

Ho abbinato, inoltre, una salsa allo yogurt, perchè fosse fresca rispetto all'intenso sapore speziato del cavolfiore: con l'aggiunta di pochi ingredienti si ottiene un dressing perfetto anche per altri contorni, come un'insalata di finocchi e carote.

venerdì 4 novembre 2016

...about hygge #01: i preferiti di ottobre


Il post di oggi è particolare: nessuna ricetta, solo qualche chiacchiera. Da tempo infatti sentivo il bisogno di uno spazio dove scrivere di quello che mi piace o di quello che scopro, senza grammi o millilitri. Potrebbe diventare un appuntamento mensile, quindi spero di non annoiarvi :)

Tutto è nato dallo sentire sempre più spesso il termine danese hygge (da leggere più o meno hügga): su riviste in edicola o post on-line è sempre più diffuso...voi lo conoscete già?
Indica tutto ciò che contribuisce a creare un'atmosfera accogliente e intima, una sensazione di calore intorno a sè e condivisione con le persone amate...insomma quelle azioni e quei piccoli piaceri della vita che ci fanno stare bene e ci donano conforto.
Se volete saperne di più, leggete uno dei primi articoli su questo temine su L'Huffington Post.


Quindi perchè non fare come Csaba e annotare qui le cose che per me sono state hygge il mese ormai concluso? Eccole in elenco (ovviamente molte sono legate al cibo). Se volete, scrivetemi qualcuna delle vostre nei commenti.