mercoledì 22 marzo 2017

Barrette di Frutta Secca con Cioccolato Fondente





Buona primavera, amici!

La nuova stagione è iniziata solo da un paio di giorni e mi è già venuta voglia di proporvi un dolcetto senza necessità di accendere il forno ... e senza rinunciare ad una certa dose di cioccolato.

La ricetta di oggi è tratta dal libro Hygge. Il metodo danese per vivere felici (di cui vi avevo parlato qui) che contiene la preparazione di alcuni comfort food … e queste barrette lo sono davvero!

Hanno una base morbida di mandorla e uvetta, al centro una fantastica crema di datteri (nel libro viene chiamato "caramello di datteri" e in effetti la consistenza lo ricorda) e per finire la croccantezza di arachidi, semi e cioccolato fondente.

Oltre a diverse consistenze le barrette presentano anche diversi sapori: il dolce della base e della crema, il salato di arachidi e semi, l’amaro (moderato) del cioccolato fondente, per me all'85% con zucchero integrale di canna.

Ho apportato davvero poche modifiche, ad esempio per quanto riguarda la crema di datteri ho aromatizzato con la cannella al posto della vaniglia e ho omesso l’olio di cocco, sostituendolo solo con qualche cucchiaino in più di acqua.

venerdì 10 marzo 2017

...about hygge #05: i preferiti di febbraio


 
Febbraio è passato in fretta tra le esercitazioni per il corso di Home Stager e qualche attimo di sconforto esistenziale. Poi ho radunato le idee per questo post e mi sono stupida di quanti momenti hyggeling ci siano stati in soli 28 giorni: questo mi ha fatto davvero pensare a quante volte qualche momento di difficoltà ci faccia dimenticare quanto di bello c'è già nelle cose di ogni giorno, anche le più piccole!

Ecco ciò che ho preferito del mese appena trascorso, con largo spazio al tema culinario!

lunedì 27 febbraio 2017

Crocchette di Patate e Amaranto con Hummus di Fagioli Borlotti



È tempo di Carnevale: la blogosfera è invasa da frittelle e chiacchiere (galani a Verona) e io che faccio? Condivido una nuova ricetta con l’amaranto...perchè sono costantemente fuori tempo! Ormai mi sono rassegnata alla situazione: non sono una foodblogger sempre sul pezzo che inizia nel momento giusto a pubblicare ricette per Pasqua, Natale e il detox post-Natale, per San Valentino, Carnevale e ogni altro ricorrenza. A loro va davvero tutta la mia stima, io purtroppo sono un casino!

Quindi iniziamo la settimana con l’amaranto!

Qualche settimana fa ho seguito una ricetta per delle crocchette dal libro Quinoa, Amaranto e Grano Saraceno di Barbara Polvani e oggi vi propongo il mio test successivo con delle mie piccole modifiche.

A queste ho abbinato un hummus di fagioli borlotti (assolutamente il mio primo test che è piaciuto molto sia a me che ad Aure) e un'insalata con finocchi e carote (che intinte nell’hummus ci stanno alla grande).

lunedì 13 febbraio 2017

Ravioli Dolci di Pastafrolla con Nocciolata


San Valentino è alle porte.
Come ogni anno non faremo nulla in particolare: nessun regalo costoso o cena chicchettosa, sarà un nuovo giorno per stare insieme, concedendosi magari qualche coccola in più come un bicchiere di vino o un dolcetto speciale.

Nel blog trovate alcuni dolcetti veloci che vi possono aiutare all'ultimo momento, ma vi lascio anche una nuova ricetta per dei biscotti di pastafrolla ripieni di nocciolata.
Ho scelto la nocciolata rispetto alla marmellata perchè trovo sia più golosa e più adatta al giorno degli innamorati, ma è anche più compatta e non rischierà di fuoriuscire dal biscotto durante la cottura in forno. In questo caso ho usato la nocciolata fatta in casa (la ricetta si trova sul mio Dolci Vegan, edito da Moka Libri), ma ormai anche al supermercato si trovano facilmente quelle pronte, senza latte e olio di palma.

Gli ingredienti della pastafrolla inoltre sono pochi e davvero basici...insomma non avete scuse: dovete provarli e farmi sapere cosa ne pensate.

martedì 7 febbraio 2017

..about hygge #04: i preferiti di gennaio


Gennaio è stato lungo e davvero ricco con la fine delle vacanze natalizie, la ripresa della quotidianità milanese, l'avvio di nuovi progetti e altri all'orizzonte.

Il post di oggi inizia con un libro che ho avuto la fortuna di trovare in libreria proprio i primissimi giorni dell'anno: Il metodo danese per vivere felici * hygge di Marie Tourell Soderberg. Potevo forse lasciarlo sullo scaffale?


Più di 200 pagine per introdurci con semplici fotografie e testi a tutte le piccole cose che rendono felici i danesi ogni giorno: dopo l'origine della parola hygge e di alcune interviste, il libro parla di cucina con alcune ricette semplici ma confortevoli e di atmosfera hyggeling con alcuni esempi per l'allestimento di casa; trovano spazio anche le tradizioni, le attività da svolgere nelle diverse stagioni dell'anno, qualche lavoro di fai-da-te e anche un po' di mucisa, come la canzone I'm still in love with you di Marcia Aitken.

lunedì 30 gennaio 2017

Patate e Broccoli con Crumble di Amaranto


Amaranto, questo sconosciuto!
Ammetto che fino alla realizzazione della ricetta di oggi non l'avevo mai preparato e mai mangiato...almeno per quel che mi ricordo.
Mi ricordo invece la prima volta che l'ho sentito nominare: stavo leggendo questa ricetta di Michela Mamma Veg e ne sono rimasta molto incuriosita. Sono passati quasi 3 anni e finalmente mi sono decisa a provarlo!

L'amaranto è un (pseudo)cereale senza glutine, chiamato grano degli dei e kiwicha (il piccolo giante) al tempo degli Aztechi; è ricco di proteine, fibre, minerali e vitamine. Inoltre è molto versatile in preparazioni salate (come vellutate, crocchette e burger) e dolci (come porridge, barrette e torte). Non rimane che sperimentare!

Nel caso non aveste l'amaranto, potete provare a sostituirlo in questo caso con la quinoa (come nella ricetta di Barbara Polvani alla quale mi sono ispirata), il miglio o del cous cous (di riso, se volete mantenere il piatto senza glutine).

N.B. Noi abbiamo mangiato le porzioni riportate in due, considerandole come piatto unico; se abbinate ad altre portate, possono bastare anche per 3-4 persone.
Ho utilizzato le mandorle in sostituzione del lievito alimentare che non avevo: voi scegliete l'opzione che vi è più comoda o che vi piace di più!

venerdì 20 gennaio 2017

Pane Dolce in Cassetta con Mela, Uvetta e Cannella

Prima ricetta del 2017, finalmente!
Avevo in mente questo pane dall’estate del 2015, precisamente dopo aver fatto la versione a ciambella con le pesche: volevo infatti una versione autunnale/invernale che potesse essere tagliata a grandi fette.
Ecco quindi questo pane in cassetta con il mio frutto preferito: la mela! Lo so, non sono particolarmente originale, ma ormai è inutile fingere :) Ho scelto le stark perchè volevo tenere la buccia e la desideravo ben in contrasto con l'impasto … voi ovviamente potete scegliere la tipologia che preferite o che avete a disposizione a casa.
Ho aggiunto cannella perché sarebbe un delitto non abbinarla alle mele (ho un déjà-vu, penso di averlo già scritto da qualche parte) e lo stesso vale per l’uvetta. Le mandorle a lamelle invece sono tutta un’altra storia: sono belle, buonissime da tostate e ormai una fissazione personale.
Per quanto riguarda il lievito, non ho voluto usare quello di birra, ma io e Bronson (la mia pasta madre) ancora non ci capiamo bene … quindi per questa preparazione ho usato un lievito madre essiccato bio. Comunque tra i buoni propositi di quest’anno c’è anche il miglioramento della mia relazione con Bronson … anche se lui è davvero acido … buahahahahh … dai, qui avreste dovuto ridere! Lievito madre-acido, acido-lievito madre … ok, la smetto!

Vi lascio direttamente alla ricetta con un consiglio: per la prima mezz'ora di cottura coprite il pane con della carta stagnola per evitare che la buccia della mela si bruci ed annerisca ... tra l'altro il pane cotto in questo modo è cresciuto molto più del primo test che avevo cotto scoperto, quindi usate un foglio di stagnola abbastanza grande che vi permetta di modellare una sorta di cupoletta da fissare ai bordi della teglia da plumcake.