giovedì 13 luglio 2017

Cipolla di Tropea in Agrodolce (senza cottura)


Siamo a luglio e fa caldooo. Per i pasti di questi giorni sto cercando di cuocere il meno possibile, in particolare sto lasciando spento il forno per evitare che il monolocale in cui viviamo si trasformi esso stesso in un forno!

Oggi quindi condivido una ricetta senza cottura che sta arricchendo molti dei nostri piatti: l'ingrediente principale è la cipolla che nella mia cucina è diventata davvero un ingrediente indispensabile, soprattutto da quando sono diventata vegana ... non vi so spiegare bene il nesso, ma ho notato davvero questo incremento.
Per quanto mi piaccia la cipolla (in particolare quella rossa) da cruda risulta poco digeribile per me, per questo il metodo di oggi è stato davvero come manna dal cielo.

Confesso subito che questa preparazione è completamente merito di mia mamma, io mi sono limitata alle foto e al consiglio d'uso finale ... al quale se ne aggiungeranno altri durante questo mese (cercando sempre di limitare forno e fornelli).
Le Nerd Weeks invece torneranno a settembre ancora più nerd e goduriose :)


Ingredienti:

1,5 kg di cipolle rosse di Tropea
1 l aceto bianco di vino
1 bicchiere di vino bianco
1 bicchiere di aceto di mela
120 gr di sale fino
100 gr di zucchero di canna
q.b. olio di girasole

Pulite le cipolle e tagliatele a fette sottili; copritele con l'aceto di vino, il vino e l'aceto di mele, unite il sale, lo zucchero di canna e lasciate riposare per 10 ore.

Strizzate bene le cipolle con le mani, distribuitele in vasetti puliti e copritele con l'olio di girasole.

Chiudete i vasetti cercando di togliere tutta l'aria. Conservate in dispensa o in frigo.

***
Consiglio #01: sulle friselle


Ingredienti:

friselle integrali
pomodorini ciliegino
basilico fresco
capperi
cipolle in agrodolce
sale e olio e.v.o.

Lavate i pomodorini e tagliateli a spicchi o a pezzetti, conditeli con sale e il basilico fresco.

Bagnate in acqua le friselle per qualche secondo, conditele poi con l'olio extravergine, i pomodorini col basilico, i capperi e le fettine di cipolla in agrodolce.
Servite.


Le nostre friselle erano enormi (circa 15-16 cm di diametro) e le abbiamo lasciate in acqua 20-30 secondi; voi regolatevi ovviamente in base alla dimensione della vostra.

Il risultato finale vi soddisferà: il pomodoro e il basilico sono la miglior coppia di sempre, la cipolla aggiunge un tocco speciale e intrigante, ma delicato.

***
E voi cosa mangiate in questi giorni?
Avete mai preparato la cipolla in questo modo?
A presto :)

2 commenti:

  1. Anche qui le cipolle non mancano mai! A me piacciono anche crude e non mi danno problemi, però preparate così devono essere proprio sfiziose... quanto le conservi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho chiesto alla mente di questa preparazione, mia mamma. Lei assicura che in dispensa durano tre mesi ben coperte dall'olio ... ma in realta ha vasetti che stanno lì anche da qualche mese in più e sono ancora ok :) A me piacciono molto, le metterei ovunque.
      Grazie mille Daria, un bacio

      Elimina