lunedì 15 giugno 2015

Torta alle Ciliegie con Farina di Farro, Limone e Cocco


Ricetta dolce questa settimana!

Inizialmente non pensavo di pubblicarla! La giudicavo troppo semplice, troppo rustica...ma dopo aver notato il successo riscosso dalle foto delle varie infornate (soprattutto su Instagram), ho pensato che a qualcuno invece potesse interessare...così ho cambiato idea ed eccomi qua ad offrirvene qualche fetta!

L'ho preparata diverse volte per vari motivi: era inclusa nel menù della terza merenda da Pepe Verde, quindi ha richiesto qualche test; mio papà ha portato a casa direttamente dai campi di mio zio a Cazzano di Tramigna una gran quantità di ciliegie che sono state mangiate, regalate, trasformate in marmellata, messe sotto grappa e usate in qualche dolce; ogni volta veniva una torta leggermente diversa e andava capito il motivo (che sacrificio!).
A tal proposito nell'ultimo post dicevo "che gli ingredienti sono personaggi che vanno capiti": basta cambiare tipo di farina o di zucchero e il risultato è diverso! Lo stesso giorno in cui ho preparato la torta di questo post, ne ho fatta un'altra usando farina semintegrale di grano tenero, solo zucchero demerara e una tortiera diversa: il risultato è stata una torta leggermente più bassa e meno morbida, ma anche leggermente diversa al gusto (in sette l'abbiamo comunque finita in una sera)!
Probabilmente per voi quello che sto scrivendo è scontato, per me è sorprendente: ogni variazione è un esperimento e una scoperta!

La versione che vi lascio è quella che mi è piaciuta di più!
Il cocco non si sente molto, contribuisce più alla consistenza che al gusto, ma si può sempre tentare di aumentarlo un po'!
Le ciliegie all'interno sono tante: di solito ne peso 200 gr, ma questa volta ho voluto strafare! Ne avevo di due tipi, così ho messo all'interno quelle più scure a pezzetti e sulla superficie quelle dal colore più vivace!

Il pregio di questa torta però è stato soprattutto quello di aver risvegliato dei ricordi speciali! Quando c'erano ancora i miei nonni paterni (quindi più di vent'anni fa), la raccolta delle ciliegie era un evento: mio papà le raccoglieva coi suoi fratelli e noi bambini stavamo sul rimorchio del trattore e finivamo sempre per mangiarne troppe con successivi mal di pancia inevitabili!
Poi mi ha ricordato anche la torta di ciliegie di mia mamma (che diventa d'uva in autunno): al gusto davvero la richiama, anche se questa vegan risulta più morbida! Deve averlo pensato anche mia mamma perchè quest'anno la sua non l'ha fatta proprio, mi ha aiutato a preparare (e ripreparare) questa!



Ingredienti per una torta da 24 cm di diametro:
200 gr di farina di farro di tipo 1 (macinata a pietra)
50 gr di fecola
50 gr di cocco raspato
130 gr di zucchero di canna (per me mezzo dulcita, mezzo demerara)
2 cucchiaini di cremor tartaro
1 cucchiaino di bicarbonato
2 limoni
100 ml di olio di girasole
120 ml di latte di riso
1 cucchiaino di aceto di mele
250 gr di ciliegie fresche + altre per la copertura


Preriscaldate il forno a 180°.

Lavate e snocciolate le ciliegie (io con uno snocciolaciliegie), tagliatele a pezzetti e infarinatele leggermente.

Setacciate la farina di farro insieme con la fecola, unite il cocco raspato (ridotto a farina nel mixer), il cremor tartaro mescolato al bicarbonato, lo zucchero integrale di canna.

Unite poi la scorza grattugiata di un limone e il succo di tutti e due.
Mescolate l'olio di girasole col latte di riso e l'aceto di mele, versatelo sugli altri ingredienti. Amalgamate velocemente l'impasto, aggiungete le ciliegie a pezzetti ed amalgamate ancora con cura.

Versate il tutto in una tortiera oliata e infarinata e distribuite sulla superficie delle altre ciliegie intere (o tagliate a metà) snocciolate. Cuocete nel forno caldo per 40/45 minuti.

Lasciate raffreddare.


Questa torta, iniziata come qualcosa di banale, per me si è trasformata in qualcosa di davvero speciale! Morbida, profumata, dolce quanto basta e ricca di ciliegie dal gusto fresco!

Spero piacerà anche a voi!


Buona settimana a tutti!!!

10 commenti:

  1. Ciao! Questa torta sembra proprio una vera delizia! Le ciliegie sono il mio frutto preferito peccato che ci siano solo in questo periodo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari questo le rende ancora più speciali: dopo averle tanto attese, le apprezziamo ancora di più :-D
      Grazie mille

      Elimina
  2. Le cose apparentemente semplici sono di solito le piu'apprezzate! Sono sicura che questa mi piacera' moltissimo! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuta tanto, non so se per merito dell'impasto o soprattutto delle ciliegie, ma l'ho adorata...e divorata :-)
      Grazie Mari, un bacio

      Elimina
  3. Questa prelibatezza ci piace, eccome :) Anche io credo che ogni variazione in una ricetta sia un esperimento e una scoperta, se solo le distanze lo permettessero...credo che potremmo combinarne delle belle in cucina :D Un abbraccio cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magaaariii Alice, ci faremmo delle grandi merende...o qualsiasi altro pasto della giornata ;-)
      Un abbraccio a te, grazie <3

      Elimina
  4. ma che buona è questa tortina????
    sempre troppo brava!!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu troppo gentile, grazie <3 Sono contenta ti ispiri questa tortina :-)

      Elimina
  5. Sai che non ho mai mangiato una torta di ciliegie. Domenica volevo provarci ma poi mi sono lanciata sui muffin. Fai sempre delle foto stupende!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ombretta, hai fatto bene a preparare dei muffin: vanno bene in ogni momento della giornata...vegan e al limone ancora di più :-)
      A casa mia siamo abituati ai dolci con le ciliegie proprio per il fatto che mio zio e mio papà ancora seguono i campi che sono stati di mio nonno...e con la quantità di marmellata fatta quest'anno potrebbero esserci altre ricette alle ciliegie durante il resto dell'anno :-D
      Grazie mille...anche per apprezzare sempre le mie foto...non ti sembrano più minimal ultimamente? Un bacio

      Elimina